*°_I Passi Che Faccio Ogni Giorno Per Arrivare Alla Peferzione_°* << Altezza: 1.66 >>

Diet weight loss

mercoledì 28 ottobre 2009

Ma cos'è, di preciso, la buliMia?

Ragazze..qualcuna di voi mi puo esattamente spiegare COS'E' la bulimia?
Io non capisco se è quella che stò iniziando ad avere io o meno..
Vi spiego:
tutto si ripete piu o meno cosi..: digiuno, arrivo a 300 kcal..resisto massimo massimo a dir tanto, una settimana..e poi cedo. Perchè ho fame, si.
E in quei momenti non ragiono piu. Prendo appositamente i soldi per comprare tutte le schifezze possibili ed inimmaginabili per poi INGOZZARMI fino a stare male, a sentire l acido in bocca per aver mischiato dolce, salato, piccante, amaro.
Continuo a mangiare, mangiare, mangiare e sento una sorta di euforia perversa, mi sento esaltata.
Se mi passa la fame a volte continuo a mangiucchiare cmq qualcosa, non sò perchè, davvero, non lo sò proprio, ma sento che devo solo mangiare!
Poi ovviamente mi sento una merda, tento di vomitare, non ci riesco, mi incazzo cn mè stessa, col mondo, con tutti, prendo lassativi e faccio giorni di digiuno per compensare..
Ma ora inizio a preoccuparmi perchè pur non avendo tutta stà fame programmo le abbuffate con molta cura.
Chiedo i soldi a mia mamma, vedo qnd resto sola e viaa..
Non voglio abbuffarmi davanti agli altri, voglio restare SOLA CON IL CIBO per gustarmi tutto appieno come dico io!
A volte invece mi basta avere i soldi anche se poi non compro nulla, ma solo per sentirmi sicura in caso mi venga un attacco di fame, posso predere tutto ciò che voglio..
Certe volte mangio già ciò che c è in casa..
Non lo sò, davvero, ora sono 2 giorni che non mi abbuffo, ma dentro me le urla le sento "ABBUFFATIIIIIIIIIIII".. non "mangia", bensì "abbuffati"..che mi interessa a me di mangiare, io voglio INGOZZARMI..
Vorrei tanto saper vomitare..continuo ad oscillare tra i 49 e i 51 chili..
ma non riesco piu a scendere per stè cazzo di abbuffate.
Il problema è che non riesco piu a contenermi, il cibo mi chiamaa..
Mi chiedo come facevo a resistere mesi senza mangiare o mangiando poco..
Non smetterò mai di chiedermelo..

16 commenti:

  1. bè diciamo che la bulimia è la controindicazione più comune del digiuno e delle diete drastiche...proprio come sta succedendo a te (cmq non ti preoccupare, sei in buona compagnia...ci sono pure io!)...
    si rimane giorni senza mangiare o mangiando poco più di 500 kcal...resisti un giorno, due, tre, anche una o due settimane (10 giorni per me è il massimo che ho raggiunto finora) e poi scatta dentro quella voglia incontrollabile di cibo...
    non è fame o voglia di mangiare...è proprio voglia di ingozzarsi, riempirsi lo stomaco fino a star male...e si mangia di tutto e di più...dolce e salato insieme...cibi ipercalorici che in altri giorni non riusciresti nemmeno a guardare...
    a me non è mai successo di programmare le abbuffate, ma succede spesso quando sono sola a casa...allora mi fiondo in cucina e faccio fuori mezza dispensa...
    la bulimia porta con sè anche tremendi sensi di colpa...una sensazione di disagio, di tristezza profonda, di fallimento totale...
    e allora si cerca di compensare: c'è chi compensa con il vomito, chi con l'attività fisica estenuante, chi con digiuni su digiuni...
    si può dire che sia l'opposto dell'anoressia: l'anoressica rifiuta il cibo, la bulimica lo divora...ma alla base credo ci sia lo stesso bisogno d'affetto, lo stesso vuoto interiore...l'una cerca di riempirlo con le privazioni, l'altra con le abbuffate...
    spero di averti chiarito un pò le idee...
    cmq questa è la mia versione dei fatti...quello che posso dirti dal mio punto di vista e quello che ho imparato dall'esperienza diretta...
    non sono un medico ne un dietologo quindi una definizione esatta non te la so dare...
    fatti forza, ti abbraccio forte
    alison

    RispondiElimina
  2. Difficile dire con precisione cos'è la bulimia... perchè ognuna la vive in modo diverso, secondo la definizione letterale è una "fame da bue" cioè una fame abnorme, un bisogno di cibo spropositato ingurgitato voracemente in un breve lasso di tempo spesso senza criterio di sorta anche se alcune ragazze programmano con precisione le abbuffate... a cui seguono metodi di compenso diverso che possono essere vomito-digiuno-abuso di lassativi, anoressizzanti ecc...
    Questa è in linea di massima la bulimia in sintesi, poi basta fare una rapida ricerca su google per trovare specificati i criteri diagnostici, ma tutto questo non rappresenta un effettivo aiuto... cioè identificare quello che si soffre e rendersi conto che è un problema ci deve stare però poi bisogna davvero rimboccarsi le maniche altrimenti la bulimia prende il sopravvento lentamente e uscirne diventa un casino...
    Comunque so che a te sembra oribile, ma non vomitare è un passo avanti! Perchè comunque evita un radicamente più profondo del disturbo, fidati... Oltre che danni fisiologici molto poco simpatici...

    Comunque se già riuscissi a mangiare almeno 800/1000 Kcal al giorno sarebbe meglio... Le tue abbuffate mi sembra di capire sono provocate per lo più da un deficit nutrizionale, inevitabile se mangi così poco...

    Ciao!
    M.

    RispondiElimina
  3. sono sconvolta

    sembra la descrizione di me stessa quest'ultimo periodo

    penso che io e te dovremmo parlare un attimo..
    magari capiamo che ci succede

    RispondiElimina
  4. Io non programmavo le abbuffate, erano un fulmine a ciel sereno...pero' mi identifico in quanto hai descritto.
    Con questo non ti sto diagnosticando la bulimia...in una bulimica le abbuffate si possono scatenare anche senza che si sottoponga a diete drastiche come le tue.
    Penso che tu stia attraversando una fase di scompenso provocata da mesi di regime alimentare troppo ipocalorico, e che non poteva perseverare in eterno.
    Puo' essere solo un esperto a dirti precisamente di cosa si tratta.
    E ad aiutarti a venirne fuori.
    Sono felice che sei tornata.
    Buona notte e un bacione

    RispondiElimina
  5. ti lascio il mio contatto di messenger..se poi dopo puoi cancellare il commento?!
    vorrei evitare di spargerlo in giro :)


    deadstar@hotmail.it

    RispondiElimina
  6. Senti Sissi, ti han già spiegato tutto.. io vorrei aggiungere che (questa volta!) NON SONO D'ACCORDO con Musi... vomitare NON è un passo avanti, perché instaura una nuova dipendenza ancora.. una sull'altra, tu finisci schiacciata dalle dipendenze. Invece è OTTIMO il suo consiglio di portarti al più presto su un regime stabile di almeno 1000 (meglio 1300!!) kcal ben distribuite nella giornata, perché questo ovviamente placa almeno la bulimia "fisica". Poi resta quella mentale, che è una bestia tremenda, e che E'.la STESSA COSA DI ANA!!! Perciò Ana nn ti sta affatto "abbandonando", sta stringendo solo più forti i suoi lacci... inizia a lottare per liberartene! Ma possibile che in tante nn vogliate accettare questa semplice verità? visualizza la strega di Biancaneve: non era bellissima nella versione "regina"? e non era mostruosa nella versione "vecchia strega con mela avvelenata"? Ma sempre lei era, esattamente come Ana/Mia... E' COSI'. Le favole non sono "solo favole", sai... Quello che descrivi tu, dato che ancora nn vomiti, mi sa che nn è "bulimia" ma "binge".. e si, se non rimedi ovvio, ti farà ingrassare tantissimo. Ma nn fare la follia di rimediare con soluzioni peggiori del problema... CORRI DA UNO PSICOLOGO bravo ed ESPERTO!!! ESPERTO di queste problematiche... cosa aspetti??
    VAI SUBITO.
    Un'altra immagine azzeccata è quella dell'incaprettamento: sai cos'é? è un modo crudelissimo di uccidere le persone che usa la MAFIA: si lega una persona in modo che più si agita, più i lacci SI STRINGONO, finché lei muore soffocata.
    E' UGUALE... rendetene conto... se tu cerchi di svincolarti dal binge (o dalla bulimia) con "Ana", ci cadi solo di più, e di più, e sempre più profondamente.
    Vai a salvarti, ti prego.. è possibile!!! ma devi afre altre cose...
    e questo lo dico anche a Musa Malata... e a tutte, ovvio.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  7. benvenuta! E' la conseguenza del digiuno e del calo consistente di peso...
    i criteri di diagnosi della bulimia sono un pò più casinosi di quelli dell'anoressia però:
    ci dev'essere: A)voracità incontrollata con paura folle di ingrassare
    b) le crisi devono avere un certo ritmo (frequenza, adesso nn ricordo bene ma la durata mi pare debba superare le tre settimane)
    c) uso di metodi purgativi di "rimedio" --->può essere uso di lassativi, eccessivo esercizio fisico, vomito o anche digiuni riparatori post-abbuffata.

    Se il disturbo è molto frequente e non ci sono metodi purgativi alla lunga si può parlare di BED (binge eating syndrome) -->questa però porta al conseguente (e consistente) aumento di peso.
    Non sò se posso rassicurarti ma leggendo la tua descrizione tenderei piuttosto a definirla pseudo anoressia, nel momento in cui non c'è ancora un continuum nè conseguenze ancora rilevanti.comunque...rimando all'ultimo pezzo del commento di Mary x quanto riguarda l'agire tempestivamente...non sarei arrivata a quel dsastro che ancora stò cercando di rimendiare se nn fosse successa la stessa cosa.. :/
    Un'abbraccio.

    RispondiElimina
  8. ps: non sò se può servirti cmq c'è l'EAT-26 (eating attitude test), se vuoi c'è il link al sito sulla colonna destra del mio blog

    RispondiElimina
  9. Normale forse no, ma capisco come ti senti. Anche quando dici che pure avere i soldi ti da sicurezza, a me tempo fa me la dava il taglierino, pure averlo sotto il cuscino mi faceva stare meglio, anche se non mi tagliavo, sapere che potevo farlo comunque mi faceva rilassare...No, non è effettivamente da persone "normali", ma dipende da come si intende la normalità, che secondo me è soggettiva, quindi se intendi "normale" come "tutto quello che fanno tutti" allora non lo è...non ti abbuffare così, cerca di resistere, fa male anche mangiare così tanto..un Bacio

    RispondiElimina
  10. il cibo non scappa.
    non avere paura.
    Non è che se non mangi per un pò poi il cibo sparirà dalla faccia della terra.
    Il cibo c'è,c'era, e ci sarà. Non ti preoccupare.
    Prima raggiungi il tuo obbiettivo e prima potrai riavvicinarti al cibo.
    Anke io ho avuto la tua stessa paura, la foga di abbuffarsi, sopratutto quando in casa non c'era niente. Invece quando ho iniziato a farmi comprare biscotti, merendine e cazzate varie non tocco più nulla.
    Perchè sò che il cibo non scappa (:
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao Sissi...mi hai sgamata subito, che acume!!!A me piu' che altro dispiace tantissimo per G., ma ti volevo parlare di un'altra cosa: stavo rileggendo i miei post, così mi faccio pena da sola, e ho trovato un tuo commento che non so come mi sia potuto sfuggire!
    Quello in cui sostieni che morire sarebbe una liberazione.
    Spero sia stato solo il pensiero di un momento.
    Dovevi essere veramente disperata e io non ero lì a sostenerti.
    L'ho pensato tante volte anch'io, ma la vera liberazione e' lasciarci alle spalle questo inferno che ci sembra l'unico modo per poter sopravvivere.
    Potremmo volare e invece strisciamo...tu non pensi mai a cosa ci stiamo perdendo?
    Io in continuazione...e inutilmente, cosa te lo dico a fare.
    Pero' non la pensare piu' una cosa del genere,neanche per sbaglio!
    E dopo questo sproloquio, ti auguro una dolce notte!

    RispondiElimina
  12. ciao piccola, grazie delle news e.. BRAVA!!! ogni tanto trovo in giro tuoi commenti che ti strozzerei... ma una parte di te continua sempre a ragionare, e vedo che ti sforzi di fare progressi ... sono sicura ci riuscirai, che riuscirai in tutto! datti solo tempo.. nn ti abbattere, nn pretendere risultati subito, datti tempo.... pian piano rigovernerai la barca!

    RispondiElimina
  13. CHIEDO SCUSA a Musidora (e a tutti) perché avevo letto male il suo commento: veramente NON avevo visto quel NON.. che strano eh..! interpretando che in fondo lei suggerisse che vomitare è sempre meglio che tenersi dentro troppo cibo ecc... sai cos'è forse? certo, detto da Musi mi era sembrato strano, ma vedo questa follia così tante volte detta e ripetuta da ragazze ingenue che devo aver avuto le traveggole per riflesso condizionato... scusa Musiiiiiii.. come ho potuto crederlo??? mi dispiace! però mi fa anche tanto piacere essermi sbagliata.

    RispondiElimina
  14. ciao sissi, ho letto adesso il tuo commento all'ultimo post...ma lo sai che in qualche modo penso che quello che ti stà succedendo in questo periodo sia in qualche modo collegato (inconsciamente) a questa paura?
    C'ho fatto caso pensando a come mi comportavo PRIMA dello spauracchio: ridacchiavo pensando: "figurati se succede proprio a me...sono GRASSISSIMA (ok, non ero 200 kg ma 65 e più cmq.) è già tanto se arrivo ai 40!!!" O.o nemmeno mezz'anno dopo ne ero 27...MOLTO più in basso dei miei (malsani) propositi(ops!...perchè non mi ero fermata? qualcosa nn aveva funzionato evidentemente)
    Questo è un normalissimo meccanismo: si parte dicendosi "solo quel tot" poi però con il tempo non ci si accontenta più, ma non per volontà, ma per un perverso meccanismo che ci fà dire "grazie a dio oggi sono un kg in meno della settimana scorsa/ grazie al cielo sono 49 e non 50..." poi si perde l'obbiettivo e la scena si ripresenta uguale al successivo calo "wow! 48! e giorni fà ero 49....!!!" e così all'infinito(?) Ci si dice non voglio, ma sembra impossibile stopparsi.. O...Oppure accade questo. si ha terrore--->e questa forse è l'unica salvezza che si ha.
    Le abbuffate forse (è solo una teoria, pardon..cmq mi sono accorta che personalmente le posso collegare alla paura) sono un meccanismo azionato Inconsciamente proprio da questa paura, vediamola come una specie di "ma che sei scema??ca**o fai??!" del nostro inconscio. :/ La cosa si risolve ma basta tranquillizzare un pò quella parte, ma per farlo bisogna (ahimè) scendere a compromessi con uno stile di vita più normale.

    RispondiElimina
  15. ^^ cmq ti lascio il mio contatto (: aggiungimi pure così magari ci facciamo 2 chiacchiere !!!
    Niki_Ward91@hotmail.co.uk

    xoxo
    N.

    RispondiElimina
  16. sei all'inizio.........il consiglio che ti do con tutto il cuore rivolgiti IMMEDIATAMENTE ad un centro specializzato in cure per disturbi alimentari......il sintomo è "giovane"......possibile quindi da uccidere......vai SUBITO.....ogni giorno che passa lo renderà più forte.....più diabolico......non ti farà vivere e ti creerà infiniti problemi di salte.....ti parlo per esperienza.....la mia purtroppo......

    RispondiElimina